Coniglio in agrodolce alla siciliana ricetta Valeria Raciti da Prova del Cuoco

Coniglio in agrodolce alla siciliana ricetta Valeria Raciti da Prova del Cuoco


Per la gioia di tutti i suoi fans, grandi e piccini, torna a cucinare tra le cucine della Prova, uno dei volti nuovi della Prova, cioè la maestra di cucina Valeria Raciti che, in questa ricca ed interessante puntata di giovedì 5 dicembre, ci ha spiegato come preparare la ricetta del Coniglio in agrodolce alla siciliana. Ma vediamo nel dettaglio gli ingredienti e il procedimento utilizzato da Valeria Raciti per preparare la ricetta Coniglio in agrodolce alla siciliana proposta all’interno del programma di cucina La Prova del Cuoco.

Coniglio in agrodolce alla siciliana ricetta Valeria Raciti
Foto tratte dalla trasmissione di cucina La Prova del Cuoco in onda su RaiUno

Se siete interessati alla ricetta di questo buonissimo piatto intitolato “Coniglio in agrodolce alla siciliana”, di seguito potrete trovare la lista degli ingredienti ed un’esaustiva descrizione del procedimento per cucinare questa deliziosa ricetta.

Tempo preparazione e cottura: 60 minuti

Ingredienti della ricetta Coniglio in agrodolce alla siciliana

  • 1.2 kg di coniglio a pezzi
  • 30 gr di uvetta
  • 30 gr di pinoli
  • 12 olive verdi in salamoia 
  • 2 carote
  • 2 cipolle
  • 2 coste di sedano
  • 2 spicchi d’aglio 
  • 2 foglie di alloro
  • 2 cucchiai di zucchero 
  • 1 cucchiaio di miele 
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • 1/2 bicchiere di aceto di vino
  • Mosto cotto
  • Noce moscata
  • Olio evo
  • Sale
  • Per la marinatura
  • 1 lt di vino rosso
  • 5 bacche di ginepro
  • 3 foglie di alloro
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche 
  • 1/2 bicchiere di aceto di vino 
  • Pepe nero
  • Sale

Procedimento della ricetta Coniglio in agrodolce alla siciliana

Mettete tutti gli ingredienti per la marinatura in una boule capiente e mettete il coniglio a marinare tutta la notte coperto dalla pellicola.

Passato il tempo della marinatura, scolate i tranci di coniglio dalla marinatura e asciugateli bene. Mettete il coniglio a soffriggere in un tegame capiente con olio caldo e 2 spicchi di aglio in camicia.

Quando i pezzi di carne saranno ben dorati su tutti i lati, metteteli su un piatto ed eliminate l’aglio. Nello stesso tegame dove è stato rosolato il coniglio, soffriggete le cipolle, le carote e il sedano precedentemente tagliati a fettine.

Aggiungete il coniglio e i succhi che la carne ha rilasciato nel piatto. Tenete da parte il fegato, i polmoni, il cuore e i rognoni. Sfumate con del vino rosso, aggiungete l’alloro, l’uvetta precedentemente ammollata, un cucchiaio di mosto cotto, una spolverata di noce moscata e salate.

Lasciate cuocere con il coperchio a fuoco dolce. Dopo circa 40 minuti aggiungete le frattaglie e le olive lavate dalla salamoia. Continuate la cottura per altri 15 minuti a fuoco vivace così da far evaporare l’eccesso di acqua.

Mescolate insieme lo zucchero, il miele e l’aceto e versate il composto sulla carne, amalgamate bene e lasciate che l’aceto perda acidità e che gli zuccheri caramellino. A fine cottura aggiungete i pinoli. Servite il coniglio tiepido.

Video della ricetta Coniglio in agrodolce alla siciliana

Se volete vedere il video della ricetta Coniglio in agrodolce alla siciliana di Valeria Raciti proposta all’interno della nuova edizione della trasmissione di cucina La Prova del cuoco in onda su RaiUno, qui di seguito trovate il link per la visione.

Se avete avuto modo di provare la ricetta “Coniglio in agrodolce alla siciliana” e siete rimasti soddisfatti del risultato ottenuto, lasciate i vostri commenti, le vostre impressioni, i vostri suggerimenti, saremo ben contenti di riportarli sapendo di fare cosa gradita a tutti i nostri numerosi lettori.

Lo zecchino d’oro | Ricetta crescentine salate di Alessandra Spisni

Ricette in Tv logo


crescentine salateA “La zecchino d’oro” si ricostituisce la coppia che, per tante edizioni, ci ha tenuto compagnia nel mezzogiorno di Rai1, quella formata da Alessandra Spisni ed Antonella Clerici. La sfoglina bolognese intrattiene i bambini dello Zecchino preparando una merenda salata, tipicamente bolognese: le crescentine salate.

Ingredienti

  • 500 g farina, 1 bustina di lievito per torte salate, 20 g sale, 2 cucchiai di panna fresca, 300 ml latte fresco intero, strutto o olio per friggere

Procedimento

Disponiamo la farina a fontana all’interno di una ciotola. Aggiungiamo il sale ed il lievito chimico per torte salate, quello istantaneo (potete sostituirlo con del bicarbonato). Mescoliamo, quindi aggiungiamo un paio di cucchiai di panna fresca (possiamo evitarla) ed il latte, poco per volta, mescolando nel frattempo con un cucchiaio. Lavoriamo l’impasto con le mani fino a renderlo liscio ed omogeneo. Avvolgiamo nella pellicola e lasciamo riposare almeno mezz’ora.

Stendiamo l’impasto con un mattarello, quindi ritagliamo dei rombi o quadrati. Li tuffiamo nell’olio o nello strutto ben caldo e lasciamo friggere fino a leggera doratura. Scoliamo su carta assorbente e serviamo calde con salumi, formaggi, ma anche creme dolci e confetture.

Iscriviti al Canale YouTube



Lo zecchino d’oro | Ricetta bomboloni di Alessandra Spisni

Ricette in Tv logo


bomboloniA “La zecchino d’oro” si ricostituisce la coppia che, per tante edizioni, ci ha tenuto compagnia nel mezzogiorno di Rai1, quella formata da Alessandra Spisni ed Antonella Clerici. La sfoglina bolognese intrattiene i bambini dello Zecchino preparando una golosa merenda, tipicamente romagnola: i bomboloni.

Ingredienti per circa 10 bomboloni

  • 500 g farina, 25 g lievito di birra, 1 uovo, un pizzico di sale, scorza di limone, 1 bicchiere di panna, 1 cucchiaio raso di zucchero

Procedimento

In una ciotola, mettiamo il lievito sbriciolato con l’uovo intero, lo zucchero e la scorza grattugiata degli agrumi. Mescoliamo, in modo da sciogliere il lievito. Aggiungiamo anche un bicchiere di panna e mescoliamo ancora. A questo punto, cominciamo ad incorporare la farina, impastando nel frattempo. Inseriamo un pizzico di sale e lavoriamo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare fino al raddoppio (almeno un’ora).

Stendiamo l’impasto su un piano infarinato ad uno spessore di circa 1 cm. Ritagliamo dei dischi. Su un disco, quindi, mettiamo una cucchiaiata generosa di crema pasticcera o crema al cioccolato (quella spalmabile, già pronta). Copriamo la crema con un altro disco di impasto e sigilliamo bene i bordi con le dita. Rifiliamo i bordi con un coppapasta. Lasciamo riposare ancora 20-30 minuti, quindi friggiamo in olio caldo a 180° e profondo fino a doratura, girandoli a metà cottura. Quando sono dorati uniformemente, li scoliamo su carta assorbente e li passiamo nello zucchero semolato o li spolveriamo con zucchero a velo.

Iscriviti al Canale YouTube



Proudly powered by WordPress