Tag: tempo

Il tempo della Zucca …Amuse Bouche Vellutata di Zucca, Paprika Verde Dolce e Pistilli di Peperoncino

E’ tempo di zucca.
L’altro giorno mio padre viene da me e prima al telefono mi dice..” Mi hanno regalato una zucca te al porto ” .. ma non immaginavo arrivasse con una zucca enorme di circa 7 chili..
Mamma mia avoglia a smaltirla, ma pian pianino un bel po’ di roba ci esce fuori…
Per prima cosa gli ho fatto fare un giro nel soggiorno e lo messa la centro del tavolo . Bellissima mi dispiaceva romperla.
tratto da Wikipedia “Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae, in particolare alcune specie del genere Cucurbita (Cucurbita maxima, Cucurbita pepo e Cucurbita moschata) ma anche specie appartenenti ad altri generi come ad esempio la Lagenaria vulgaris o zucca ornamentale. La zucca è comunemente usata nella cucina di diverse culture: oltre alla polpa di zucca, se ne mangiano anche i semi, opportunamente salati. La zucca è un ortaggio che si presta a mille ricette: si consuma cucinata al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, fritta nella pastella. Dai semi si ottiene un olio rossiccio usato in cosmesi e cucina tradizionale. Nei paesi anglosassoni la zucca è utilizzata per la costruzione della Jack-o’-lantern, caratteristica lanterna rudimentale utilizzata durante la festa di Halloween per scacciare streghe e fantasmi. Le specie più usate in cucina in Italia sono, per esempio, Cucurbita maxima, come la Zucca Marina di Chioggia, e Cucurbita moschata, come la Zucca di Napoli. ” Ecco la mia e’ la classica zucca usata per Halloween e  come prima cosa direi un bel classico che non passa mai di moda anzi…..
Amuse Bouche Vellutata di Zucca, Paprika Verde Dolce e Pistilli di Peperoncino
700 gr di zucca pulita

1 cucchio di olio extra vergine
50 gr di burro di capra
1 cipolla dorata
Pistilli di peperoncino
1 cucciaino di papikra verde dolce
Gorgonzola

La ricetta e’ semplicissima perche’ dopo aver pulito la zucca e averla tagliata a pezzi e’ stato messa nella pentola  dove precedentemente ho fatto andare per 2 minuti l’olio il burro e la cipolla.

Ho poi aggiunto la paprika e fatto cuocere lentamente per circa 50 minuti.
Frullato con il pimer e poi passata al chinois.
Perfetta…
Metti il tutto in piccole ciotoline .. aggiungi la punta di mezzo cucchiaino di gorgonzola fuso al microonde e sopra i pistilli di peperoncino.. ( liberamente comprati durante il taste of Roma)
Et voila le jeux sont fait.!!!!

Alessandra…………Bon Appètit !!!!

Ricetta Yogurt intero greco con Yogurtiera


Amo fare le cose fatte in casa, come il pane e altri cibi. E’ semplicissimo, ma bisogna armarsi di due ingredienti fondamentali: tempo e pazienza. Una cosa che non avevo mai preparato in casa e con la quale ero curiosissima di cimentarmi era preparazione dello yogurt, con l’aiuto dei fermenti lattici Y di Yogolife. Sono solo alla mia prima sperimentazione, ma quel che posso tranquillamente affermare è che in questo caso, l’equazione tanto necessaria per le altre preparazioni, qui viene a cadere: non serve pazienza e non serve nemmeno molto tempo. Tempo di attivo almeno, perchè il tempo che occorre è un tempo di riposo e di attesa.
Ovviamente in base alla scelta del latte, otterremo una struttura dello yogurt differente. Io ho utilizzato un latte fresco e intero quindi ho ottenuto uno yogurt molto denso, molto simile allo yogurt greco.
Con un latte UHT, quindi a lunga conservazione, otterremo uno yogurt molto più cremoso.
E’ un’ottima base per le personalizzazioni con un ampio imbarazzo della scelta: zucchero, miele, marmellata, cereali, frutta fresca, gelatine e persino cioccolato fuso. Con poco lo yogurt diventa una colazione salutare o persino un gustoso dessert!

Ingredienti per 7 vasetti
____________________________________________________________________

  • 1 litro di latte intero 
  • 1 bustina di Y Yogolife (che svilupperà  75 miliardi di fermenti lattici vivi per vasetto)

facciamo bollire il latte (mescolando ogni tanto per evitare che si formi la pellicola).
Una volta portato a bollore, lasciamolo raffreddare fino ad una temperatura di circa 40°, controllando con un termometro da cucina.
Aggiungiamo una bustina di fermenti Y e mescoliamo bene, utilizzando una frusta. Riempiamo i vasetti e riponiamoli nella yogurtiera. Il tempo di fermentazione che ho provato è stato di 7 ore. In base al prorpio gusto personale ed alla compattezza che si vuole ottenere, si può decidere di allungare o accorciare i tempi di fermentazione. Con più ore lo yogurt sarà più acido e compatto e viceversa.
Dopo il periodo di fermentazione nella yogurtiera, riponiamo i vasetti nel frigorifero e lasciamo riposare per qualche ora. Lo yogurt è pronto.

A me piace al naturale perchè trovo sia una base perfetta per altre mille ricette, sia dolci che salate.
Per la colazione di stamani ho versato un bel cucchiaio di marmellata di more, anch’essa fatta in casa: FAVOLOSO!

 English: Home made yogurth



I love to make “home made” food, such as bread and all the other things. It usually takes two fundamental ingredients: a lot of time and patience.  I was curious to try home made yogurt and I did it with the help of lactic ferments Y Yogolife. I’m just on my first attempt and it is already delicious. The surprising thing is that in this case you do not need patience or a lot of time neither. The only time you need, is passive time, whilst the yogurth gets ready.
Of course, depending on your choice of milk, it is  going to change the structure of the yogurth. I have used whole fresh milk and what I’ve got it’s very thick greek style yogurth.
With a UHT milk you will get  a creamier yogurt.
As a garnishment you can choose, sugar, honey, jam, cereals, fresh fruit, jellies and even melted chocolate, so you’ve got a fantastic choice for breakfast but even a great dessert.

Ingredients for 7 jars
____________________________________________________________________

  • 1 liter of whole milk
  • 1 sachet of Y Yogolife (containing 75 billion live lactic for each jar)

Boil  the milk, stirring occasionally to avoid to form the typical film.
Once brought to boil, let the milk cool down to a temperature of about 40°C.  Check with a thermometer.
Add the Y lactic ferments sachet and mix well using a whip. Fill the jars and put them inside yogurt maker for about 7 hours.  Then according to your own taste, you may decide to lengthen or shorten the fermentation time. With more hours the yogurth will be more acidic and compact, and viceversa.
After the fermentation time, put the jars in the fridge and after few hours the yogurth is ready.

I like natural yogurt, because I find it as a perfect base for a thousand of recipes, sweet and savory.
For breakfast this morning I poured in a good tablespoon of home made blackberry jam: FABULOUS!

Proudly powered by WordPress